Newsletter

Come fare un regalo
LA BISBETICA LANGHE ROSSO DOC Vedi a schermo intero

Vini del Piemonte - Cantina Ada Nada - LA BISBETICA LANGHE ROSSO DOC

Cantina
Vini del Piemonte - Cantina Ada Nada
Regione
Piemonte
Tipo di vino
Rossi-rosati
Uvaggio
ROSSO UVAGGIO NEBBIOLO 40% MERLOT 60%
Anno
2010-2011

Maggiori dettagli


ADA NADA

15,30 €

Prezzo ridotto!

-10%

17,00 €

Prodotto Da (q.tà) Sconto
LA BISBETICA LANGHE ROSSO DOC 6 -15%

Il Langhe è una denominazione di tipo territoriale e trae la sua giustificazione da quella saggia pratica tradizionale che porta i viticoltori di Langa e Roero a selezionare nel vigneto la produzione a seconda della qualità dell’uva. Da sempre, infatti, un vigneto di Nebbiolo atto a produrre Barolo, Barbaresco, Roero e Nebbiolo d’Alba, ad esempio, viene vendemmiato separando le uve destinate a produrre questi vini da quelle utilizzate per vinificare Langhe Nebbiolo.  Grazie alla sua elevata qualità il Langhe, da denominazione di ricaduta, ha saputo ritagliarsi, nel corso degli anni, degli spazi molto importanti nel mercato mondiale. Il Langhe, inoltre, ha dato modo ai vini prodotti con uve autoctone come Favorita e Freisa e con uve internazionali come Chardonnay e Cabernet (se è passata modifica di Disciplinare Langhe) di fregiarsi di una denominazione di origine. 
Nell’ambito della doc Langhe meritano una segnalazione particolare i due vini che non portano la menzione di vitigno, vale a dire il Langhe bianco e il Langhe rosso, i quali possono essere prodotti con la vinificazione in purezza o in assemblaggio di tutti i vitigni coltivati nella zona di produzione. Questa possibilità ha stimolato la fantasia dei produttori, che con i cosiddetti “vini aziendali” hanno saputo creare nuove opportunità commerciali.  La Denominazione Langhe riassume a pieno la vocazione vitivinicola del territorio che rappresenta, estremamente vario e dinamico, ed è per questo che al suo interno troviamo diversi vitigni e molte tipologie di vini. Langhe è un territorio che al suo interno possiede una varietà di suoli non comune in nessun altro areale viticolo Italiano e forse del mondo.

La prima volta che abbiamo degustato questo vino siamo rimasti sorpresi dal suo gusto pieno e dall'ottimo equilibrio ,vino di classe per grandi serate in compagnia.

Colore: rosso rubino fitto ed impenetrabile.
Profumo: intenso e persistente con evidenti richiami alla confettura di amarene e alle spezie.
Gusto: pieno, caldo e di buona persistenza con riconoscimenti di frutta matura e vaniglia.
ALCOOL 13,5/14,5

 

ZONA DI ORIGINE: Langhe, comune di Treiso
VARIETÀ E PERCENTUALI: Nebbiolo 40%, e Merlot 60%
TIPO DI SUOLO, ESPOSIZIONE E ALTITUDINE: il terreno è una marna bianca calcarea leggermente argillosa di origine marina. L’altitudine varia dai 200 ai 350 metri slm. Esposizione Ovest.

 

 
METODO DI VINIFICAZIONE: la vendemmia avviene i primi giorni di ottobre per raggiungere l’equilibrio di maturazione tra le tre diverse varietà che compongono quest’uvaggio.
L’uva, pigiata e diraspata, viene poi travasata nelle vasche per la fermentazione. La macerazione si protrae per circa 10-12 giorni a temperature di circa 28-30° C con rimontaggi e follature dosati per raggiungere una sufficiente estrazione polifenolica. Dopo la pressatura il vino termina la fermentazione alcolica in vasche d’acciaio dove avviene anche la fermentazione malolattica. Si prosegue con l’invecchiamento in barriques che si protrae per circa 10-12 mesi. Dopo l’imbottigliamento, senza alcun intervento di filtrazione, il vino viene affinato in bottiglia per almeno tre mesi prima di essere commercializzato.

 

 

 

 
RESE PER ETTARO: 80 ql/ha

 

 
DATI ANALITICI 
Alcool: 13,5-14,5% vol.
Estratto secco netto: 28-30 g/litro
Acidità totale: 5,5-5,8 g/litro

 

 
CARATTERISTICHE ORGANOLETTICHE
Colore: rosso rubino fitto ed impenetrabile.
Profumo: intenso e persistente con evidenti richiami alla confettura di amarene e alle spezie.
Gusto: pieno, caldo e di buona persistenza con riconoscimenti di frutta matura e vaniglia.


Il Langhe è una denominazione di tipo territoriale e trae la sua giustificazione da quella saggia pratica tradizionale che porta i viticoltori di Langa e Roero a selezionare nel vigneto la produzione a seconda della qualità dell’uva. Da sempre, infatti, un vigneto di Nebbiolo atto a produrre Barolo, Barbaresco, Roero e Nebbiolo d’Alba, ad esempio, viene vendemmiato separando le uve destinate a produrre questi vini da quelle utilizzate per vinificare Langhe Nebbiolo.  Grazie alla sua elevata qualità il Langhe, da denominazione di ricaduta, ha saputo ritagliarsi, nel corso degli anni, degli spazi molto importanti nel mercato mondiale. Il Langhe, inoltre, ha dato modo ai vini prodotti con uve autoctone come Favorita e Freisa e con uve internazionali come Chardonnay e Cabernet (se è passata modifica di Disciplinare Langhe) di fregiarsi di una denominazione di origine. 
Nell’ambito della doc Langhe meritano una segnalazione particolare i due vini che non portano la menzione di vitigno, vale a dire il Langhe bianco e il Langhe rosso, i quali possono essere prodotti con la vinificazione in purezza o in assemblaggio di tutti i vitigni coltivati nella zona di produzione. Questa possibilità ha stimolato la fantasia dei produttori, che con i cosiddetti “vini aziendali” hanno saputo creare nuove opportunità commerciali.  La Denominazione Langhe riassume a pieno la vocazione vitivinicola del territorio che rappresenta, estremamente vario e dinamico, ed è per questo che al suo interno troviamo diversi vitigni e molte tipologie di vini. Langhe è un territorio che al suo interno possiede una varietà di suoli non comune in nessun altro areale viticolo Italiano e forse del mondo.

La prima volta che abbiamo degustato questo vino siamo rimasti sorpresi dal suo gusto pieno e dall'ottimo equilibrio ,vino di classe per grandi serate in compagnia.

Colore: rosso rubino fitto ed impenetrabile.
Profumo: intenso e persistente con evidenti richiami alla confettura di amarene e alle spezie.
Gusto: pieno, caldo e di buona persistenza con riconoscimenti di frutta matura e vaniglia.
ALCOOL 13,5/14,5

 

ZONA DI ORIGINE: Langhe, comune di Treiso
VARIETÀ E PERCENTUALI: Nebbiolo 40%, e Merlot 60%
TIPO DI SUOLO, ESPOSIZIONE E ALTITUDINE: il terreno è una marna bianca calcarea leggermente argillosa di origine marina. L’altitudine varia dai 200 ai 350 metri slm. Esposizione Ovest.

 

 
METODO DI VINIFICAZIONE: la vendemmia avviene i primi giorni di ottobre per raggiungere l’equilibrio di maturazione tra le tre diverse varietà che compongono quest’uvaggio.
L’uva, pigiata e diraspata, viene poi travasata nelle vasche per la fermentazione. La macerazione si protrae per circa 10-12 giorni a temperature di circa 28-30° C con rimontaggi e follature dosati per raggiungere una sufficiente estrazione polifenolica. Dopo la pressatura il vino termina la fermentazione alcolica in vasche d’acciaio dove avviene anche la fermentazione malolattica. Si prosegue con l’invecchiamento in barriques che si protrae per circa 10-12 mesi. Dopo l’imbottigliamento, senza alcun intervento di filtrazione, il vino viene affinato in bottiglia per almeno tre mesi prima di essere commercializzato.

 

 

 

 
RESE PER ETTARO: 80 ql/ha

 

 
DATI ANALITICI 
Alcool: 13,5-14,5% vol.
Estratto secco netto: 28-30 g/litro
Acidità totale: 5,5-5,8 g/litro

 

 
CARATTERISTICHE ORGANOLETTICHE
Colore: rosso rubino fitto ed impenetrabile.
Profumo: intenso e persistente con evidenti richiami alla confettura di amarene e alle spezie.
Gusto: pieno, caldo e di buona persistenza con riconoscimenti di frutta matura e vaniglia.


  • Regione Piemonte
  • Tipo di vino Rossi-rosati
  • Uvaggio ROSSO UVAGGIO NEBBIOLO 40% MERLOT 60%
  • Anno 2010-2011