Newsletter

Come fare un regalo
BARBARESCO DOCG CICHIN Vedi a schermo intero

Vini del Piemonte - Cantina Ada Nada - BARBARESCO DOCG CICHIN

Cantina
Vini del Piemonte - Cantina Ada Nada
Regione
Piemonte
Tipo di vino
Rossi-rosati
Uvaggio
ROSSO UVAGGIO NEBBIOLO 100%
Anno
2011

Maggiori dettagli


ADA NADA

34,10 €

lBarbaresco nasce nelle Langhe, termine che secondo alcuni studiosi deriverebbe da "Langues" che non sono altro che delle lingue di terra che si estendono in un vivace gioco di profili, modulati dal mutare delle stagioni. Dal punto di vista geologico, le Langhe hanno origine nell'Era Terziaria o Cenozoica, iniziata quasi 70 milioni di anni fa. La marna tufacea bianca caratterizza il comprensorio di produzione del vino barbaresco, sulle colline alte a dominare il fiume Tanaro. Il terreno di cui è composto il territorio nella sua massima parte appartiene a quella formazione geologica che si chiama "terreno tortoriano", uno dei 14 strati dai quali è formata la pila dei terreni sedimentari che compongono il bacino terziario del Piemonte. Il terreno Tortoniano è caratterizzato da marne e sabbie straterellate. Queste marne sono di un colore grigio-bluastro, non molto resistenti e danno luogo a colline biancheggianti piuttosto basse e rotondeggianti, sono molto favorevoli alla coltivazione della vite.


ZONA DI ORIGINE: Langhe, comune di Treiso
VARIETÀ E PERCENTUALI: Nebbiolo 100%
TIPO DI SUOLO, ESPOSIZIONE E ALTITUDINE: il terreno è una marna bianca calcarea leggermente argillosa di origine marina. L’altitudine varia dai 200 ai 350 metri slm. Esposizione sud.

 

METODO DI VINIFICAZIONE: la vendemmia viene effettuata su uve leggermente surmature intorno alla terza decade del mese di ottobre. La raccolta viene effettuata a mano e dopo una prima cernita i grappoli vengono posti in cassette forate. Dopo la pigiatura soffice e la diraspatura il mosto viene posto nelle vasche di fermentazione. La macerazione viene condotta per circa 12-15 giorni: segue una pressatura molto soffi ce al termine della quale il vino viene posto in vasche d’acciaio per terminare la fermentazione alcolica ed effettuare la fermentazione malolattica. Da ultimo si procede con il travaso in botti grandi di rovere per un affinamento di 20-24 mesi. Dopo l’imbottigliamento il vino viene lasciato riposare per almeno 8-10 mesi prima di essere commercializzato.

 

BOTTIGLIE PRODOTTE: circa 4000 bottiglie.

 

RESE PER ETTARO: 50 ql/ha
DATI ANALITICI
Alcool: 14,5-15% vol.
Estratto secco netto: 28-30 g/litro
Acidità totale: 5,.3-5,7 g/litro

 

CARATTERISTICHE ORGANOLETTICHE 
Colore: tra il rubino e il granato.
Profumo: austero e complesso con riconoscimenti di rosa, spezie, humus ed erbe officinali.
Gusto: solido e strutturato con tannini setosi ed eleganti. Finale di appagante persistenza e grande personalità

lBarbaresco nasce nelle Langhe, termine che secondo alcuni studiosi deriverebbe da "Langues" che non sono altro che delle lingue di terra che si estendono in un vivace gioco di profili, modulati dal mutare delle stagioni. Dal punto di vista geologico, le Langhe hanno origine nell'Era Terziaria o Cenozoica, iniziata quasi 70 milioni di anni fa. La marna tufacea bianca caratterizza il comprensorio di produzione del vino barbaresco, sulle colline alte a dominare il fiume Tanaro. Il terreno di cui è composto il territorio nella sua massima parte appartiene a quella formazione geologica che si chiama "terreno tortoriano", uno dei 14 strati dai quali è formata la pila dei terreni sedimentari che compongono il bacino terziario del Piemonte. Il terreno Tortoniano è caratterizzato da marne e sabbie straterellate. Queste marne sono di un colore grigio-bluastro, non molto resistenti e danno luogo a colline biancheggianti piuttosto basse e rotondeggianti, sono molto favorevoli alla coltivazione della vite.


ZONA DI ORIGINE: Langhe, comune di Treiso
VARIETÀ E PERCENTUALI: Nebbiolo 100%
TIPO DI SUOLO, ESPOSIZIONE E ALTITUDINE: il terreno è una marna bianca calcarea leggermente argillosa di origine marina. L’altitudine varia dai 200 ai 350 metri slm. Esposizione sud.

 

METODO DI VINIFICAZIONE: la vendemmia viene effettuata su uve leggermente surmature intorno alla terza decade del mese di ottobre. La raccolta viene effettuata a mano e dopo una prima cernita i grappoli vengono posti in cassette forate. Dopo la pigiatura soffice e la diraspatura il mosto viene posto nelle vasche di fermentazione. La macerazione viene condotta per circa 12-15 giorni: segue una pressatura molto soffi ce al termine della quale il vino viene posto in vasche d’acciaio per terminare la fermentazione alcolica ed effettuare la fermentazione malolattica. Da ultimo si procede con il travaso in botti grandi di rovere per un affinamento di 20-24 mesi. Dopo l’imbottigliamento il vino viene lasciato riposare per almeno 8-10 mesi prima di essere commercializzato.

 

BOTTIGLIE PRODOTTE: circa 4000 bottiglie.

 

RESE PER ETTARO: 50 ql/ha
DATI ANALITICI
Alcool: 14,5-15% vol.
Estratto secco netto: 28-30 g/litro
Acidità totale: 5,.3-5,7 g/litro

 

CARATTERISTICHE ORGANOLETTICHE 
Colore: tra il rubino e il granato.
Profumo: austero e complesso con riconoscimenti di rosa, spezie, humus ed erbe officinali.
Gusto: solido e strutturato con tannini setosi ed eleganti. Finale di appagante persistenza e grande personalità

  • Regione Piemonte
  • Tipo di vino Rossi-rosati
  • Uvaggio ROSSO UVAGGIO NEBBIOLO 100%
  • Anno 2011